Solidarietà: valore negoziabile?

Confesso. Sono rimasto assai colpito dalla dura reazione di alcuni genitori che – in quel Comune del Nord Italia dove un privato cittadino è intervenuto, con soldi suoi, per sanare il buco nel bilancio provocato da altri genitori morosi nel pagamento delle quote per i pasti della mensa scolastica dei rispettivi bambini – si sono scaldati sostenendo che, a questo punto, anche loro non avrebbero più pagato la mensa scolastica.  Va detto che i genitori morosi lo erano perchè in difficoltà economiche.

Da notare che quella è la famosa terra di antiche solidarietà umane anche basate sul rispetto del Vangelo. E’ la terra raccontata da Ermanno Olmi con “L’albero degli zoccoli”.

A prescindere da valutazioni di ordine politico (ognuno, legittimamente, può pensarla come crede in termini di consenso o dissenso politico), non è forse il caso di domandarsi dove, partendo da certi presupposti, si possa andare a finire? Fra i valori non negoziabili, può esserci ancora spazio per la solidarietà?

Annunci
Published in: on 18 aprile 2010 at 13:08  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2010/04/18/solidarieta-valore-negoziabile/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. La solidarietà è una caratteristica naturale, istintiva dell’essere umano. E’ presente anche in tante specie animali. E’ finalizzata alla sopravvivenza del “branco”. Quando non la si asseconda con il nostro comportamento è perchè avvertiamo ostilità per colui che avrebbe bisogno di riceverla. Il branco di cui facciamo parte è ristretto, chiuso, si sente minacciato. L’unico modo, secondo me, per riuscire a provare e a manifestare solidarietà per chiunque è abbattere la gabbia, la prigione che ci siamo costruiti attorno. E vedere l’essere umano in tutti gli esseri umani, al di là delle differenze sociali, razziali, politiche, ecc. Ma negli ultimi (e non pochi) anni parte del mondo politico italiano di maggior successo ha lavorato per tirare su quelle gabbie, quelle prigioni. Ci si è spinti in un passato lontanissimo, come se ancora dovesse nascere in mezzo a noi il Maestro dell’Uguglianza, della Tolleranza, della Generosità.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: