Scalfaro: la sana e robusta Costituzione

Avrebbe certo parlato della Costituzione, il presidente emerito Scalfaro, se gli fosse stato possibile raggiungere – oggi – Pistoia. L’incontro è, all’ultimo momento, stato annullato ma di Oscar Luigi Scalfaro è da poco uscita una intervista (Di sana e robusta Costituzione, add editore): un dialogo con il magistrato Gian Carlo Caselli.

L’ultranovantenne “testimone” si affida ai giovani. “Questo – dice -è il tempo vostro. Non state immobili a guardare. La Costituzione è da scrivere con la vostra vita … La Costituzione è da amare. E per amarla bisogna conoscerla e viverla, attuarla e sentirla propria”.

E’ la nostra Costituzione. Quella del 1948. Quella del personalismo comunitario, così tanto caro ai grandi pensatori cristiani.

“Quando si è arrivati al concetto di persona – scrive Scalfaro, ricordando gli anni appassionati della Costituente – i comunisti si sono inchinati dicendo La persona è titolare di diritti. Anche i liberali hanno detto: E’ titolare di diritti. Denominatore comune, chiave di spiegazione è la presenza della persona, che è il centro della Carta”.

Oscar Luigi Scalfaro: appello ed eredità di un testimone.

Annunci
Published in: on 8 settembre 2010 at 17:17  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2010/09/08/scalfaro-la-sana-e-robusta-costituzione/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Dato che i giovani d’oggi sono stati svuotati del loro ruolo di soggetti e motore della nostra bella patria(fuga dei cervelli emorragica, spero si impegnino per la costruzione della nostra bella europa) pregherei il nostro caro ex presidente di lasciare alle generazioni future tutti i suoi ricordi specialmente l’aria che si respirava,le speranze, le attese,la sua gioventù; insomma una storia non raccontata da un cronista ma da un prottagonista (sarebbe il piu bel regalo per tutti coloro che verranno dopo). Sono dell’opinione che la nostra costituzione sia PERFETTA ma purtroppo non applicata. Ora si guarda a quella europea e credo che ben presto sara necessaria anche un qualcosa a livello globale (con la globalizzazione si avra la necessita di un qualche regolamento o elenco di principi fondamentali per la pacifica convivenza) io vedo li la piena attuazione dei principi della nostra costituzione( non vorrei essere banale o ridondante ma l’Italia per la grande varietà di etnie che hanno convissuto in questo lembo di terra è la miglior candidata).Come giovane mi sento tradita dai miei predecessori perchè non hanno saputo mantenere saldi certi principi di buon gusto. Troppo accomodanti nonostante ciò che si era vissuto:appena ottenuta l’unità i problemi che si sono posti non si sono risolti anzi si sono cronicizzati( soprtattutto a livello culturale).Chissa se riusciremo a trovare una buona armonicità sociale?Diverso è bello ma cosa ci costerà?Le nostre personalità sono mature e conscie per apprezzare quello che abbiamo sotto gli occhi? Paolo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: