Se “Forza Nuova” scivola sulla preghiera

Qui è proibito pregare Gesù unico Dio per non “disturbare” gli ospiti.

Hanno scritto così, firmandosi “Forza Nuova”, in uno striscione e su dei volantini diffusi in quel di Quarrata (Pistoia), nella frazione intitolata al “Santonuovo“, per protestare contro la decisione di mettere la parola “Dio” al posto della parola “Gesù” in una preghierina – incantevole – recitata tutti i giorni dai bambini della locale scuola materna.

La dirigente scolastica, le insegnanti, i genitori, le istituzioni e il vicario generale della diocesi di Pistoia hanno già risposto, direi per le rime, a chi – con apertissime finalità di strumentalizzazione politica – ha voluto montare una polemica fin troppo scoperta in terreni fin troppo scivolosi per certe rozze gaffes.

Non sarebbe male se questi … difensori della cristianità tornassero un po’ al catechismo. Per riflettere sul mistero trinitario. O per capire ciò che, esattamente, ha detto Gesù figlio di Dio.

Ma visto che la preghiera in questione ringrazia Dio anche per la comunità dei bambini, per mamma e babbo, per i giochi, per gli amici e per il cibo quotidiano pregando infine Dio affinché “tutto questo non manchi a nessun bambino al mondo”, mi piacerebbe sapere se quelli di “Forza Nuova” sono almeno d’accordo con i contenuti di quella preghiera.

Annunci
Published in: on 28 aprile 2011 at 19:08  Comments (5)  

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2011/04/28/se-forza-nuova-scivola-sulla-preghiera/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. Caro Mauro:
    sogno un mondo senza preconcetti dove però le regole siano chiare e rispettate:Sogno un mondo dove i furbi,sottoacculturati,non cerchino e non trovino sponde alle farisaiche interpretazioni del Vangelo (non de Il Capitale”!
    Sono io peccatore,al contrario di tanti mangiaostie,in sintonia con Forza Nuova.
    Gratta ,gratta, sempre il catto…..trovi!
    Con amicizia Felice

  2. Sono d’accordo con Mirella. Dio è uno e trino; chi crede nella Santissima Trinità non si turba se viene sostituito Gesù a Dio. Ed è opportuno non coinvolgere la scuola in diatribe che non hanno niente a che vedere con la Fede.

  3. Sono d’accordo con la maestra la parola Dio comprende Dio Padre, Gesù e lo Spirito Santo perciò la preghiera diventa anche più completa verso il nostro unico Dio che ha creato tutti gli uomini italiani francesi americani africani cinesi ecc. ecc. solo se cominceremo a guardare gli altri come fratelli a prescindere dalla razza, dal colore della pelle, dal continente in cui sono nati e dalla religione che professano senza avere paura delle diversità cercando quello che unisce invece che ciò che divide per costruire un mondo più giusto e pacifico.

  4. l’episodio della maestra che ha tolto dalla preghiera dei bambini il riferimento a Gesù per sostituirlo con un più generico Dio, in fondo sembra cosa da poco: Gesù è Dio, e pregare Dio è anche pregare Gesù. Ma la cosa non è così semplice: siamo nella stessa logica di coloro a cui dà noia la vista del crocifisso: si può accettare un vago teismo, ma non una religione nel suo contenuto forte: infatti sullo stesso giornale si legge anche che, in quella scuola, “non si insegna il cattolicesimo, c’è grande rispetto per tutte le religioni”, e poi “anche riguardo la benedizione dei locali, il parroco arriva sempre dopo la fine delle lezioni, mai in presenza dei bambini”. Forse la benedizione è un atto osceno, un atto che può turbare le coscienze dei piccoli. Il fatto che in una scuola si preghi, sembrerebbe encomiabile, ma con queste premesse, che senso ha la preghiera?
    Il sindaco è uscito con la prevedibile denuncia della “strumentalizzazione politica della fede e della religione”: un modo per non affrontare il problema: e per lasciare che ad affrontarlo, a modo suo, sia solo quel movimento “di estrema destra”: un modo anche per allontanarsi dal sentire del popolo, che alla fine, se vuol difendere i propri valori, si dovrà rivolgere a quel “movimento di estrema destra” o simile, perché gli altri, per amor di quieto vivere, hanno rinunciato a difenderli.
    Forse questo non è che un marginalissimo episodio, su cui la stampa ha trovato facile pascolo: e sarebbe insignificante se non richiamasse interrogativi angoscianti: ci lamentiamo che i ragazzi crescono senza bussola, hanno un concetto di libertà stravolto, un vuoto morale assoluto, si nutrono di consumismo; e al tempo stesso ci vergognamo di trasmettere ai nostri figli la nostra Tradizione, in nome di un malinteso rispetto di chi la pensa diversamente e del necessario adeguamento dell’Italia alla mentalità “progredita”, tollerante e sterile al tempo stesso. E’ il nihilismo strisciante della democrazia senza valori, contro cui l’antidoto è quel Cristianesimo che ci è stato comandato di predicare “a tutte le genti”. Un Cristianesimo che supera tutte le divisioni e non offende nessuno, perché ci dice che Dio ci ha creati per Lui, e che la nostra vita non può essere senza senso.

  5. Caro Mauro,
    sogno un mondo dove la Politica viene fatta per confrontarsi su idee e proposte, dove ognuno porti il suo contributo di ideali per cercare di realizzare il bene comune. Ero presente all’Assemblea dei genitori di Santonuovo, i quali in modo convinto e sereno hanno portato la solidarietà a Stella Niccolai, dando dimostrazione pratica di un modo di vivere civile, che accoglie, che vuol capire sempre le ragioni dell’altro, senza chiusure preconcette e pregiudizi.
    Mi sono scusata con loro, per la cattiva immagine di una politica che ha voluto strumentalizzare un fatto, creando sconcerto e incertezza tra persone che vogliono portare i figli in un luogo dove si educa in modo rispettoso e con professionalità. I bambini meritano più rispetto, perchè con gesti eclatanti come questo si offende la dignità di un luogo “sacro” della educazione, dove c’è lo spazio per crescere bene e diventare cittadini che opereranno per realizzare le città del futuro.
    Sabrina Gori


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: