Poker e casinò on-line: da oggi è legale.

Schiavitù e liberazione. La lettura di oggi (dall’Esodo) rinvia agli Israeliti fuggiti dall’Egitto e ai carri, con i soldati del faraone che li raggiungono. Il popolo di Dio, impaurito, non trova di meglio che lamentarsi con Mosè ricordando com’era meglio  “servire in Egitto che morire nel deserto“.

Tranquillità dalla schiavitù, fatica dalla liberazione. Ho trovato un aggancio leggendo che oggi, lunedì 18 luglio 2011, in questo nostro Paese – dove in molti fra i più fragili già sono costretti a vivere da schiavi nei confronti di qualche moderno “faraone” – per legge lo Stato ha reso legale il gioco d’azzardo on-line.

Poker e casinò: tutto facile e tutto immediato, da oggi, collegandosi sul web. Si aumentano così le possibilità – già numerose e frequentate, basta entrare in un qualunque bottega del Lotto di paesini e città – per buttare soldi dalla finestra con la speranza di una vincita capace di “sistemarti l’intera vita”.

L’ennesima tassa per allocchi, in un settore peraltro a fortissimo rischio di infiltrazioni malavitose, studiata da uno Stato che poi è anche costretto ad aiutare centinaia di centri per disintossicare migliaia e migliaia di persone dipendenti da questa droga (pare che in Italia esistano almeno 700 mila individui ammalati da gioco d’azzardo legale. E pare che in tre anni gli italiani abbiano puntato più di 6 miliardi di euro sui soli tavoli on-line con un trend adesso destinato ad incrementarsi vista la … legalità di questa nuova tassa sugli allocchi).

Da oggi, lunedì 18 luglio, la manovra finanziaria ci quintuplica i costi per le analisi del sangue. E lo Stato aiuta a indebitarci ancora di più promettendo vincite on-line ma sapendo che, come nei casinò veri, chi vince è sempre e solo … il Banco.

Annunci
Published in: on 18 luglio 2011 at 16:22  Comments (1)  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2011/07/18/poker-e-casino-on-line-da-oggi-e-legale/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Questo governo ha fatto proclami sulla riduzione delle tasse sugli aiuti alla famiglia ma poi ha favorito con le sue politiche l’evasione delle tasse il lavoro nero anche con la falsa lotta all’emigrazione clandestina fatta solo a parole perchè i clandestini servono per essere sfruttati a nero in edilizia a raccogliere pomodori a scaricare casse ai mercati generali dove Brunetta vorrebbe mandare i giovani diplomati e laureati se i clandestini che hanno un lavoro potessero essere regolarizzati ci sarebbe meno lavoro nero e piu soldi nelle casse dello Stato ora mancano i soldi perciò si cerca di raccimolargli dove si può ma loro continuano a gozzovigliare tra feste e corruzione l’unica cosa che mi dispiace è che con questo governo è stata complice anche la Chiesa in cambio di promesse di difesa della vita, del crocifisso, della famiglia, delle scuole private salvo poi in nome della crisi fare tutto il contrario la crisi la pagheranno come sempre i più deboli e le famiglie con più figli in barba alla difesa della vita e della famiglia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: