India: cavie umane per i nostri farmaci

Sono  oltre 150 mila le persone che, in India, partecipano ad almeno 1.600 test clinici per conto di colossi farmaceutici occidentali: tra il 2007 e il 2010 sono morte almeno 1.730 persone durante o dopo aver preso parte a uno di questi esperimenti. Lo ha rivelato qualche giorno fa l’Ansa con un lancio scarsamente ripreso dai nostri media. “Espertimenti condotti senza informare i partecipanti – scrive Ansa – dei rischi che le sostanze in assunzione presentano; vittime quasi mai ricompensate, povere e spesso analfabete alle quali il loro medico aveva mostrato, senza leggerglielo, un modulo scritto in inglese. Benvenuti in India, nuova frontiera delle cave umane usate dalle grandi ditte farmaceutiche occidentali per testare medicinali, in un’industria della ricerca che solo nel Paese asiatico vale 189 milioni di sterline”.

Una sola domanda. A noi, tutto ciò, va bene?

Annunci
Published in: on 17 novembre 2011 at 21:56  Lascia un commento  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2011/11/17/india-cavie-umane-per-i-nostri-farmaci/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: