Quella sporca “diciottina”

Resto turbato da quanto vedo in tv e leggo sui giornali circa la scelta del Comune di Casale Monferrato. Hanno deciso (quelli della maggioranza) di farsi convincere dalla multinazionale dell’amianto (la Eternit) e dal suo bravo magnate svizzero a prendere subito 18 milioni di euro a patto di ritirare la costituzione di “parte civile” nel processo in corso di svolgimento sui danni provocati dalla grande fabbrica.

Tantissimi i morti, nel secolo precedente. E molti gli esseri umani ancora a rischio.

Immagino (spero) che la decisione sia costata, al sindaco, riflessioni e sofferenze. Non conosco bene i dettagli. Non voglio esprimere giudizi superficiali. Ritengo che con quei soldi il Comune ci farà cose splendide. Però, a pelle, la decisione di farsi pagare qualche milione di euro per rinunciare alla giustizia, mi indigna.  Anche perchè la vedo molto coerente con il clima nel quale, oggi, viviamo e che mi pare arretrato e arretrante.

In sintesi: beneficienza al posto dei diritti.

Esagero? Anche alla luce del pensiero sociale della Chiesa, è giusto che una casa di tutti (un Comune) rinunci alle aule di tribunale in cambio di qualche milione?

Annunci
Published in: on 18 dicembre 2011 at 08:53  Lascia un commento  
Tags: , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2011/12/18/quella-sporca-diciottina/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: