Imu/Ici: buon senso cercasi

‘Il concetto e’ semplice: paga l’Imu chi iscrive un utile a bilancio. Chi, insomma, lucra, sull’attivita’ che svolge”.

Il chiarimento sull’Imu/Ici da far pagare a Chiesa e agli altri enti non commerciali arriva dal sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo che spiega: ”Caso classico: se la retta alla scuola parificata serve a sostenere i costi di gestione, non si puo’ considerare attivita’ commerciale. Applichi il concetto a un ospedale: e’ lo stesso. O a un’associazione, religiosa o meno, ai partiti, ai sindacati”.  

Così l’Ansa rilanciando una intervista uscita questa mattina su “Avvenire”. Parole di buon senso attorno a una questione – troppo spesso vittima di ideologismi – che solo con tanto buon senso può trovare una soluzione giusta. Capace, ad esempio, di evitare la chiusura di tante ottime scuole gestite da religiose e/o parrocchie come servizio, non certo lucrativo, alla comunità.

Annunci
Published in: on 26 febbraio 2012 at 15:47  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2012/02/26/imuici-buon-senso-cercasi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: