Le vacanze del Roberto

In effetti, quando ieri ho letto, sono sobbalzato.

Così come sono sobbalzato quando, stamani, ho appreso che il presidente Roberto Formigoni – il cattolicissimo presidente di Regione Lombardia – ha preteso di tacitare un giornalista che, nell’esercizio libero del suo lavoro, gli chiedeva alcune cose sulle famose vacanze pagate da faccendieri e simili. “Lei – ha replicato il ciellino DOC – non ha alcun incarico  istituzionale. Io si. Dunque vale la parola mia”.

Ieri, sempre di Formigoni, avevo letto la brutta – al limite del blasfemo – reazione (“Anche Gesù ha sbagliato a scegliersi uno dei collaboratori”) cui stamani, per fortuna, replica un duro commento di “Avvenire”.

Premettendo, per onestà, che il presidente di Regione Lombardia (una Regione letteralmente falcidiata da dimissioni e inchieste di varie natura) non risulta indagato di alcunchè, il quotidiano cattolico commenta con parole lapidarie. “Poteva e doveva farne a meno, il presidente Formigoni. Di assessori così, di vacanze cosà e di tirare in ballo a sproposito Nostro Signore“.

Che il potere, spesso esercitato in modo cinico, dia davvero alla testa?

Annunci
Published in: on 18 aprile 2012 at 09:15  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://diocesipistoia.wordpress.com/2012/04/18/le-vacanze-del-roberto/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Che dire? La cosa più facile è non credere più nella politica. La cosa più difficile è crederci ancora

    • Luigi Giussani,dal libro”IL SENSO RELIGIOSO” Pagina 53″ Il segno della realtà naturale desta il senso religioso,ma il suo suggerimento viene di fatto travisato dall’uomo che lo interpetra male e corrompe l’intuizione del suo rapporto con DIO dentro le sue presunzioni.”
      Allora caro Formigoni,devi metterti in testa che.solo con Cristo,non solo si compie l’Antico testamento,che è la rivelazione di Dio e del suo mistero,ma inizia il nuovo testamento ,che il Giussani ha vissuto come un nuovo inizio,ma che sempre sarà pure un nuovo mistero per noi terrestri,Con il Gesù ogniuno attua la sua Comunione non solo con Dio e con la sua Storia ,e no donandosi ai vari Berlusconi; cerca di capire “COMUNIONE e LIBERAZIONE,sono la PASTA GIUSTA Giussani la voleva così” La CONVERSIONE è anche atto di SANTIFICAZIONE perciò,”così Termina il libro”OC CORRE CHE ATTRAVERSO LE COMUNITA’ SOCIALI LO SPIRITO DELLA LITURGIA ANIMI IL MOTO DELLA STORIA E DEL COSMO” Un fraterno saluto e cerca di non PECCARE,anzi (Sbagliare), mai più Carlo Cocchi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: