Un disgusto assai poco “burlesco”

Nel difficile tentativo di giustificare quelle famose “cene eleganti”, e durante un processo nei pressi del quale lui paga migliaia di euro al mese (ma si era mai visto?) per giovani donne che potrebbero portare testimonianze anche scomode e che dunque con il potere dei soldi è bene tenere schiave, l’ex presidente del Consiglio (già auto-proclamatosi erede di Alcide De Gasperi) ha adesso inventato la storia del “burlesque“: non si sarebbe cioè trattato di sfruttamento della prostituzione ma di innocenti spettacolini per innocenti divertimenti.

Burlesque anche la bella – e decisamente disinibita – consigliera regionale travestita nientemeno che da suora per i gusti, evidentemente perversi, del grande capo?

Per il profondo rispetto dovuto alle donne e, in modo specifico, a quelle che hanno scelto la professione religiosa servendo la comunità con preghiera e azioni, impossibile non provare disgusto. Un disgusto assai poco burlesco.

Annunci
Published in: on 21 aprile 2012 at 06:55  Lascia un commento  
Tags: , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: