Palestina/Israele: chi ha paura degli aquiloni?

Ricevo e volentieri – da appassionato di una terra che è comunque bello continuare ad appellare come “santa” – rilancio. Con molta tristezza. (mb)

Gerusalemme 1 giugno 2011 –  “Qui e’ area militare chiusa, via via”, hanno urlato i militari israeliani, lo scorso 24 giugno, a un gruppo di bambini palestinesi di Nabi Saleh che, accompagnati da insegnanti e alcuni giovani, si preparavano a lanciare gli aquiloni che avevano costruito poco prima.

Al mattino si era svolto in questo villaggio tra Gerusalemme e Ramallah, protagonista da oltre un anno di una intensa lotta popolare contro la costruzione del Muro israeliano, un laboratorio per bambini con educatori palestinesi e stranieri per la costruzione, con materiali riciclati, di aquiloni. Una attività che aveva coinvolto un po’ tutti i piccoli del villaggio.

Ma quando è giunto il momento di testare i risultati di ore passate tra carta, colla e legno,  i bambini hanno trovato ai piedi della collinetta vicina al villaggio i soldati israeliani che sbarravano la strada. Proibito passare e, quindi, giocare.

I militari non hanno esitato a sparare gas lacrimogeni e proiettili di gomma e, successivamente, a malmenare e arrestare i giovani e gli adulti che accompagnavano i bambini. L’aquilone, si sa, è una grave minaccia alle forze di occupazione in Cisgiordania !!!

Annunci
Published in: on 14 luglio 2011 at 05:17  Comments (2)  
Tags: , , ,

Restiamo umani

A Dio, Vittorio. Restiamo umani.

Published in: on 15 aprile 2011 at 20:01  Comments (3)  
Tags: , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: